Titolo Telecom Italia promosso da Berenberg

di Redazione Commenta

Buone notizie per gli investitori di Telecom Italia. Infatti, il titolo del colosso telefonico guidato da Franco Bernabè ha ricevuto una promozione da Berenberg

Buone notizie per gli investitori di Telecom Italia. Infatti, il titolo del colosso telefonico guidato da Franco Bernabè ha ricevuto una promozione da Berenberg, che ha deciso di incrementare il target price a 1 euro dalla precedente valutazione di 0,92 euro. Si tratta di un aumento del prezzo obiettivo pari all’8,7% circa. Il broker ha poi confermato il rating a “hold”, cioè tenere le azioni in portafoglio. Ieri il titolo in borsa ha perso il 3,23% a 0,7795 euro, in scia con il brutto andamento di Piazza Affari.

Stamattina, invece, il titolo Telecom Italia è in leggero rialzo dello 0,32% a 0,782 euro. Negli ultimi giorni le azioni del colosso telefonico italiano hanno perso terreno: dal top di periodo di 0,857 euro, toccato lo scorso 12 settembre, la quotazione di Telecom Italia è scesa quasi del 10%. Il titolo è sotto i riflettori per il possibile scorporo della rete, con il dossier che oggi sarà sul tavolo del consiglio di amministrazione.

Tuttavia, secondo l’agenzia di rating Fitch lo spin-off non è un’operazione interessante. Fitch ritiene che il contollo della rete costituisce di per sé un vantaggio strategico, soprattutto in questa fase di grandi cambiamenti tecnologici dove ancora non è chiaro dove si orienterà la domanda dei consumatori verso i nuovi servizi. Intanto, stamattina Equita Sim ha deciso di confermare il target price sul titolo a 0,75 euro.

Di recente, invece, la sim milanese Intermonte ha confermato il giudizio “outperform” con target a 0,95 euro, mentre Kepler ha ribadito il suo “buy”, ovvero comprare le azioni, con target price a 1,1 euro. Citigroup, invece, resta neutrale sul titolo ma ha abbassato il prezzo obiettivo a 0,9 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>