Avvio a rilento per le borse europee, spicca Bulgari

di Alessandro Bombardieri Commenta

Da segnalare la forte spinta al rialzo del titolo Bulgari, che beneficia della promozione del giudizio da parte di Goldman Sachs da sell a buy.

Poco dopo l’apertura le principali borse europee erano in leggero calo, il Cac di Parigi perde lo 0.08%, il Dax di Francoforte è in calo dello 0.21%, Ftse di Londra -0.10%. A Milano il Ftse Mib a quota 20’518 perde lo 0.32% mentre il Ftse All Share è in calo dello 0.31%.

In calo da segnalare Eni che registra un -0,76% a 18,21 euro dopo aver rilasciato i dati sul maxi-bond ed Enel, che ancora impegnata con l’aumento di capitale perde lo 0,75% a 3,62 euro. Perde anche Intesa San Paolo a -1,19% a 2,49 euro. Il socio francese di quest’ultima, cioè Credit Agricole sta rivedendo i piani dell’accordo con Generali che ora guadagna lo 0,19% a 16,14 euro.

Bpm segna una perdita dello 0,58% a 4,75 euro, Mediobanca -0,56% a 9,32 euro. Da segnalare la forte spinta al rialzo del titolo Bulgari, che beneficia della promozione del giudizio da parte di Goldman Sachs da sell a buy e un target price alzato dai precedenti 3.6 euro fino a 4.7. Il titolo guadagna il 5,13% a 4,09 euro.

Buon avvio per Pirelli che registra un +3,8% a 0,28 euro, mentre Pirelli Re che ha fissato in 400 milioni di euro i termini per l’aumento di capitale, perde l’ 1,22% a 4,84 euro. Pressochè invariate Telecom, -0,36% a 0,97 euro, e Fiat, -0,25% a 7.92 euro.

Dopo 3 giorni di salita continua rallenta il passo anche il petrolio, che però mantiene un prezzo al barile sempre superiore ai 72 dollari. Nella giornata odierna si attende la pubblicazione del rapporto mensile dell’Opec.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>