Bene i bancari, crolla l’A.S. Roma

di Alessandro Bombardieri Commenta

Sono andati bene anche i titoli bancari, con Mediolanum su tutti...

La giornata di ieri è stata molto positiva per le borse europee e soprattutto per Milano, che ha concluso come migliore piazza del continente. Le borse europee hanno risentito dei dati confortanti che giungevano dagli USA riguardo le scorte di petrolio e gli ordini di beni durevoli, il Ftse Mib ha chiuso le contrattazioni a +3,12% a quota 19.040 punti mentre l’All Share ha guadagnato il 3% a 19.728 punti.

Sulle altre piazze europee il Ftse di Londra ha chiuso con un +1,18%, Cac di Parigi +2,17% mentre il Dax di Francoforte ha fatto segnare +2,73%.

Da segnalare a Milano il titolo Saipem che ha segnato un guadagno del 5,69% a quota 16,9 euro, dopo che la società petrolifera ha dichiarato di aver firmato nuovi accordi in alcune zone di Kazakistan, Congo e Algeria per l’utilizzo di 6 impianti di perforazione del terreno, per un costo totale dell’operazioni di circa 600 milioni di dollari.

Sono andati bene anche i titoli bancari, con Mediolanum su tutti +7,87% a 3,66 euro, UniCredit +5,51% a 1,83 euro, Bpm +3,80% a 4,16 euro, Intesa San Paolo +3,13% a 2,30 euro e Mediobanca +2,94% a 8,4 euro.

L’Espresso ha guadagnato l’8,15% a 1,14 euro, Prysmian +3,19% a 9,71 euro aiutata anche dalle indiscrezioni sulle commesse in Olanda e Germania. Autogrill, che ha annunciato l’apertura di sette nuovi punti vendita a Praga, ha segnato un rialzo del 2,91% a 2 euro.

Il titolo dell’A.S. Roma in netto calo, -11,37% a 1,037 euro, dopo i dubbi relativi alla reale cessione della squadra giallorossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>