Reazioni in borsa alle trimestrali delle banche americane

di Alessandro Bombardieri Commenta

Il settore bancario chiude la settimana molto contrastato...

Dopo una settimana all’insegna di grossi guadagni per le principali piazze europee ieri si è registrato un leggero calo di tendenza, anche se comunque la chiusura è stata positiva, a Milano il Ftse Mib ha chiuso le contrattazioni a +0,25% e l’All Share a +0,32%.

Meglio le piazze europee più importanti, Parigi ha chiuso in rialzo dello 0,58%, Londra +0,61% e Francoforte +0,6%. Questi timidi rialzi sono dovuti ai buoni risultati delle trimestrali pubblicate da Citigroup e Bank of America e dalle seguenti reazioni registrate a Wall Street, non del tutto positive.

Il settore bancario chiude la settimana molto contrastato, Intesa San Paolo ha ceduto lo 0,31% a 2,37 euro, Banco Popolare ha perso lo 0,68% a 5,13 euro. Positive invece Unicredit a +0,22% a quota 1,85 euro, Montepaschi +1,71% a 1,19 euro, Ubi +0,53%.

Finmeccanica ha firmato un contratto da 250 milioni di euro tramite Telespazio, la sua controllata, ma ha risentito del taglio del target price da 15 a 13,75 euro e ha ceduto lo 0,66%. Invece buoni rialzi per Fiat a +1,18%, Pirelli +0,39%, Prysmian +2,23%.

Impregilo ha vinto la gara per l’ampliamento del canale di Panama e ha fatto segnare un rialzo dello 0,61%.

Bene infine il settore del lusso, con Luxottica a +0,52% a 15,46 euro, Bulgari +0,68% e Geox +0,96%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>