Wall Street rallentata da Microsoft

di Alessandro Bombardieri Commenta

La giornata di ieri in Europa ha fatto registrare chiusure contrastanti...

La giornata di ieri in Europa ha fatto registrare chiusure contrastanti, che impediscono così di raggiungere il record delle 10 sedute consecutive di guadagni. Il fattore principale che ha rallentato i mercati sono state le pubblicazioni di trimestrali deludenti come quelle di Microsoft, Amazon e American Express.

Wall Street ha chiuso contrastata con il Dow Jones in rialzo dello 0,27%, il Nasdaq che ha interrotto una serie di 12 giorni consecutivi di guadagni ha perso lo 0,39%, e l’S&P 500 ha segnato un guadagno dello 0,3%. A Parigi -0,22% per il Cac 40, Francoforte -0,84%, Ftse di Londra +0,28%.

A Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,4% e l’All Share lo 0,43%, comunque la settimana scorsa in totale ha fatto segnare un rialzo del 4,56% per il Mib e +4,27% per l’All Share.

Microsoft ha perso quasi il 9%, dopo la pubblicazione dei dati del quarto trimestre fiscale, dove si sono registrate perdite fino al 10%, male anche Amazon che ha ceduto l’8,17%, con calo dei profitti del 10% a causa della riduzione di vendite di console e videogiochi. American Express ha comunque chiuso poco sopra la parità nonostante le previsioni non troppo incoraggianti.

A Milano da segnalare le ottime prestazioni di Cir (+3,43%), Bpm (+1,9%), Intesa Sanpaolo (+0,3%), UniCredit (+0,51%), Luxottica (-1,89%) e Fiat (-1,5%).

Da segnalare inoltre il calo netto di Edison che a fine seduta ha perso il 2,05%, dopo aver rilasciato i dati del primo semestre del 2009, che hanno fatto registrare ricavi scesi del 6,6%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>