Dollaro ai minimi sulla moneta unica

di Francesco Di Cataldo Commenta

Con un aumento di 10 dollari al barile è possibile che il dollaro si rafforzi nei confronti dell'euro con una variazione del 10% nei 12 mesi..

Nelle ultime sedute il prezzo della moneta americata ha subito una inflessione nei confronti dell’Euro.

La moneta del vecchio continente infatti continua ad essere forte nei confronti del dollaro e questo non dipende dal fatto che l’euro aumenti nei confronti del dollaro, ma è vero il contrario ovvero il dollaro si indebolisce e negli scorsi giorni è arrivato a toccare persino il valore 1,48.



Ora il dollaro americano si è leggermente rafforzato portandosi a 1,4632, ma a pesare sull’euro è possibile che sia la notizia sull’andamento dell’economia tedesca che sarà annunciato oggi. Non solo, ma anche l’andamento del prezzo del greggio può modificare sensibilmente la quotazione euro-dollaro.

La quotazione del barile di petrolio, che adesso oscilla fra i 67 dollari al barile, potrebbe arrivare a 77 dollari. Con un aumento di 10 dollari al barile è possibile che il dollaro si rafforzi nei confronti dell’euro con una variazione del 10% nei 12 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>