RCS MediaGroup chiude cessione Flammarion

di Redazione Commenta

L’operazione, in particolare, è stata perfezionata a seguito del via libera da parte degli organi regolatori, e dopo le consultazioni con i Sindacati.

Una società editoriale che, al 30 giugno scorso, ha conseguito a livello di gruppo un giro d’affari pari a quasi 100 milioni di euro, 99 milioni di euro per l’esattezza, a fronte di un Ebitda a 6,6 milioni di euro, e 1,4 milioni di euro di risultato netto. Trattasi del gruppo editoriale Flammarion che la società quotata in Borsa a Piazza Affari ha ceduto alla società Madrigall S.A..

L’operazione, in particolare, è stata perfezionata a seguito del via libera da parte degli organi regolatori, e dopo le consultazioni con i Sindacati. Nel dettaglio, l’operazione è stata caratterizzata dalla cessione di RCS Livres S.A.S., società che controlla proprio il gruppo editoriale Flammarion. A cedere la RCS Livres S.A.S. è stata la società del gruppo RCS Libri S.p.A. alla Madrigall S.A., una società che a sua volta controlla la Gallimard, una società editoriale francese.



AZIONI SU CUI INVESTIRE IN CASO DI RECESSIONE

In accordo con quanto reso noto in data odierna con un comunicato ufficiale da RCS MediaGroup S.p.A., l’operazione di cessione del gruppo Flammarion genera per la società quotata in Borsa a Piazza Affari un beneficio finanziario pari a 239 milioni di euro circa in termini di riduzione dell’indebitamento.

TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

Intanto nella giornata di ieri, martedì 4 settembre del 2012, RCS MediaGroup S.p.A., facendo seguito ad una richiesta esplicita formulata dalla Consob, ha fatto sapere di non essere in possesso di informazioni tali da spiegare l’andamento del titolo dal 27 agosto del 2012 in termini di quotazioni e di volumi scambiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>