Spread Btp-Bund verso quota 500

di Lucia Guglielmi Commenta

Quella odierna è un’altra giornata difficile per i rendimenti dei titoli di Stato di Italia e Spagna. L’effetto positivo legato al piano di salvataggio delle banche spagnole, con un’iniezione di liquidità Ue fino a 100 miliardi di euro, ieri è infatti durato solo qualche ora visto che gli spread sono tornati pericolosamente ad allargarsi.

Ad un’ora dalla chiusura odierna dei mercati, infatti, lo spread Btp-Bund si attesta a ben 490 punti mentre il differenziale dei titoli di Stato spagnoli rispetto a quelli tedeschi, sulla curva a dieci anni, vola in area 540. Di riflesso a Piazza Affari continuano a soffrire i titoli bancari colpiti da massicce vendite in scia ai timori del rischio di un contagio sistemico anche nel nostro Paese.



SPREAD TITOLI DI STATO AL NUOVO RECORD IN PORTOGALLO

Il massimo dello spread tra Btp e Bund è stato toccato nei mesi scorsi in area 575 punti in concomitanza con le dimissioni dell’ex Premier Berlusconi e l’insediamento del nuovo Governo Monti.

SPREAD BTP-BUND PALLA AL PIEDE DEL SETTORE BANCARIO

Nel frattempo sono state varate manovre finanziarie tali che hanno portato e porteranno in Italia ad un inasprimento della pressione fiscale senza precedenti a carico dei cittadini. Considerando che lo spread ad oggi è altissimo quasi come prima dell’avvento del Governo Monti, è lecito chiedersi se la strada del rigore con provvedimenti palesemente recessivi sia quella giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>