Conti deposito più convenienti

di Stefania Russo 8

Non si è fatto in tempo a gioire per la fine della crisi economica e finanziaria che ha seguito il fallimento di Lehman Brothers che i mercati..

Non si è fatto in tempo a gioire per la fine della crisi economica e finanziaria che ha seguito il fallimento di Lehman Brothers che i mercati finanziari europei appaiono di nuovo instabili e incerti per via della crisi greca e del tanto temuto effetto domino.

Questa nuova ondata di panico ha fatto perdere a Piazza Affari il 13% circa in una sola settimana, una situazione questa in cui il consiglio degli esperti verso gli investitori è quello di tenere da parte una cospicua somma di liquidità, nell’attesa di capire bene il da farsi ed evitare così di correre rischi.


Nell’attesa di cogliere nuove opportunità di investimento, dunque, il consiglio è quello di sfruttare uno dei tanti conto deposito. Se è vero che il tasso di interesse proposto non consente di qualificare questo tipo di prodotto come un vero e proprio investimento è anche vero che attualmente i conti deposito rappresentano il modo più conveniente per “parcheggiare” temporaneamente la propria liquidità.

CorrierEconomia, a riguardo, ha stilato una classifica dei conti deposito che offrono un rendimento più elevato. Se si considera un deposito iniziale di 10.000 euro, in particolare, i più convenienti in termini di rendimento sono Rendimax vincolato di Banca Ifis (10.201 dopo 12 mesi), Santander Deposit di Banco Santander (10.183 dopo 12 mesi), Conto Deposito vincolato di Che Banca! (10.183 dopo 12 mesi), Linee vincolate di [email protected] (10.183 dopo 12 mesi), Iwpower 90 super turbo di Iwbank (10.150 dopo 12 mesi), Conto Arancio + di Ing Direct (10.117 dopo 12 mesi) e Supersave di Fineco Bank (10.088 dopo 12 mesi).

Commenti (8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>