Nuova obbligazione Ubs Energia Italiana

di Redazione Commenta

Una nuova obbligazione per investire nel settore delle energie rinnovabili è Ubs Energia Italiana, un'obbligazione Equity Linked...

Una nuova obbligazione per investire nel settore delle energie rinnovabili è Ubs Energia Italiana, un’obbligazione Equity Linked che segue l’andamento di tre blue chip italiane attive nel settore energetico, ovvero Enel, Snam Rete Gas e Terna.

Ubs Energia Italiana ha debuttato ieri a Milano sul mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di Stato e, come ha spiegato a Il Sole 24 Ore Paolo Zuolo, Responsabile Equity Derivatives Ubs Italia, è un bond legato a tre titoli molto interessanti, in quanto tutti e tre hanno un target price superiore rispetto a quello attuale e quindi delle buone prospettive di crescita.


La scelta, ha spiegato Zuolo, è caduta su questi tre titoli da un lato perché si tratta di quotazioni ben conosciute agli investitori italiani e dall’altro perché si ritiene che saranno sempre di più gli investitori che decideranno di puntare al settore energetico, soprattutto alla luce dell’esito del referendum sul nucleare tenuto lo scorso giugno.

[LEGGI] COMPOSIZIONE PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONARIO 2011

Questa nuova obbligazione, inoltre, risulta particolarmente interessante soprattutto perchè arricchisce il settore energetico del mercato obbligazionario italiano, dove al momento figura solo l’obbligazione Step up Energy della banca australiana Macquarie e che ha come sottostanti anche titoli di aziende non italiane.

Tornando a Ubs Energia Italiana, è prevista una cedola del 7% per il primo anno e, in caso di andamento positivo dei titoli sottostanti, la possibilità di chiedere il rimborso anticipato e una cedola sempre del 7% anche per il secondo anno. Se invece, al contrario, uno o più titoli registrano una performance negativa la cedola viene memorizzata e rimandata. In ogni caso alla scadenza, fissata a giugno 2017, l’investitore riceve la restituzione del capitale investito e, nel caso in cui i tre titoli sottostanti abbiano registrato un incremento, una cedola pari al 35%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>