Bilancio semestrale UBI Banca gennaio giugno 2011

di Gianni Puglisi Commenta

I bilanci consolidati da UBI Banca al 30 giugno 2011 sono risultati in linea con le aspettative nonché con il trend rialzista avviato dall'istituto bergamasco.

I dirigenti di UBI Banca, la famosa banca di Bergamo con statuto cooperativo nota in tutta Europa (giacché, per due anni consecutivi, avrebbe brillantemente superato gli stress test bancari previsti dall’European Banking Authority), avrebbe approvato il bilancio semestrale relativo al periodo compreso tra gennaio e giugno del 2011.

I risultati operativi consolidati al 30-06-2011, sarebbero, in seguito a una prima lettura, davvero molto confortanti, in linea con le previsioni degli analisti e con il trend rialzista che, ormai da diversi anni, sta caratterizzando l’ottima gestione dell’istituto di credito.


In particolare, come si evince dalla nota grazie alla quale il bilancio sarebbe stato reso pubblico, l’utile netto sarebbe pari a 251,71 milioni di euro, in decisa crescita rispetto ai 102,7 del pari periodo dello scorso esercizio.

Escludendo, invece, le voci non ricorrenti, l’utile si sarebbe attestato soltanto sui 70 milioni, in netto miglioramento, comunque, rispetto ai 63,5 milioni del 2010.

UBI BANCA AUMENTO DI CAPITALE

Grazie al consistente aumento di capitale, deciso a inizio anno e conclusosi con successo nei primi sei mesi del 2011, UBI Banca sarebbe riuscita a raccogliere i fondi sufficienti per aumentare il proprio Core Tier 1 a 8,2 punti percentuali, mettendosi così, definitivamente, al riparo da qualsiasi possibile futuro collasso finanziario.

Sempre in virtù dell’aumento di capitale, inoltre, sia il patrimonio netto che il total capita ratio, al 30 giugno 2011, risultavano in crescita, rispettivamente a 11,8 miliardi di euro e del 13,02%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>