Enel, possibile emissione obbligazionaria negli Stati Uniti

di Gianni Puglisi Commenta

Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore Enel sta pianificando un'emissione obbligazionaria negli Stati Uniti del valore di 3,5 miliardi di..

Secondo quanto riportato dal Il Sole 24 Ore Enel sta pianificando un’emissione obbligazionaria negli Stati Uniti del valore di 3,5 miliardi di euro, ovvero 5 miliardi di dollari.

L’operazione, che sempre secondo quanto riportato dal quotidiano potrebbe essere attuata entro tempi brevi, appare perfettamente in linea con quanto detto all’inizio di settembre dall’amministratore delegato di Enel Fulvio Conti il quale ha affermato che il gruppo stava valutando diverse emissioni non solo in euro, ma anche in sterline e in dollari.


L’emissione negli Stati Uniti, quindi, potrebbe esaurire il mandato di 10 miliardi di euro che il consiglio di amministrazione ha affidato all’amministratore delegato. Di questa somma, infatti, 6,5 miliardi sono stati già collocati in euro e sterline, quindi Enel può emettere ancora 3,5 miliardi. Questa emissione, inoltre, andrebbe a completare il piano di allungamento delle scadenze sul debito.


E’ probabile, tuttavia, che se Enel decide di procedere con l’emissione negli Stati Uniti dovrà necessariamente rimandare l’appuntamento con i risparmiatori fissato per il 2010. Al momento però l’obiettivo principale del gruppo è quello di allungare la scadenza del debito, bilanciare la componente bond con quella dei finanziamenti bancari e convertire al tasso fisso una grande fetta dell’indebitamento complessivo.

I vertici del gruppo, tuttavia, non hanno nè smentito nè confermato le voci relative all’emissione americana, si sono semplicemente limitati ad un no comment, un qualcosa che secondo alcuni equivale praticamente ad una risposta affermativa e che è dettata solo dalla volontà di definire bene il tutto prima di rendere ufficiale la notizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>