Immatricolazioni auto Europa gennaio agosto 2012

di Redazione Commenta

Per quel che riguarda l’Italia il direttore generale dell’Unrae, Romano Valente, ritiene che nel nostro Paese difficilmente i consumi delle famiglie potranno invertire la tendenza se non agisce dal lato della pressione fiscale.

Poco più di 8,5 milioni di auto vendute nei primi otto mesi del 2012 in Europa, il che significa che rispetto al 2011, anno già terribile per il comparto, la discesa è stata del 6,6%. A pesare maggiormente su questo dato sono i Paesi europei con le economie più mature, dalla Spagna all’Italia e passando per la Francia a conferma di come la crisi abbia fortemente deteriorato la propensione all’acquisto di beni di consumo durevoli da parte delle famiglie.

Non a caso per quel che riguarda l’Italia il direttore generale dell’Unrae, Romano Valente, ritiene che nel nostro Paese difficilmente i consumi delle famiglie potranno invertire la tendenza se non agisce dal lato della pressione fiscale.



IVECO PUNTA ALLA CINA

Da segnalare, nello scorso mese di agosto del 2012, l’inversione di tendenza delle immatricolazioni in Spagna a seguito dell’aumento dell’Iva di tre punti percentuali a partire dal corrente mese di settembre del 2012. In pratica le famiglie, per non incorrere in prezzi di vendita maggiorati, hanno anticipato l’acquisto dell’auto interrompendo una spirale negativa per le immatricolazioni che durava da oltre due anni.

ORDINI AUTO AI MINIMI STORICI

L’estate 2012 non è stata invece favorevole in Germania per il mercato dell’auto, sceso tanto a luglio quanto ad agosto del 2012 del 5% circa. Con la conseguenza che in Germania ora le immatricolazioni nei primi otto mesi del 2012 scendono dello 0,6% a 2.108.716 unità. Un dato non entusiasmante, ma di certo non pessimo rispetto a Paesi come l’Italia dove l’acquisto di nuove auto è frenato, tra l’altro, dalle difficoltà a stipulare finanziamenti per il credito al consumo da parte delle famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>