Montani chiede risarcimento alla Bpm

by Redazione Commenta

 Peri Luigi Montani abbandona il gruppo della Banca Popolare di Milano. Dopo essere passato alla guida di quella che è la Carige, l’ex numero uno della Banca Popolare di Milano ha deciso di abbandonare il gruppo e di avvalersi anche di una richiesta di risarcimento danni da parte della stessa banca.

Dopo aver reso nota la sua uscita di scena, Pier Luigi Montani, su richiesta della Consob, ha fatto sapere che ha lasciato la Banca Popolare di Milano per una questione di natura professionale. La sua decisione, infatti, deriva da una mancanza di fiducia da parte di quelle che sono le persone con cui da tempo lavoro, ovvero i diversi soci sostenitori. La mancanza di fiducia di cui ha parlato Pier Luigi Montani si è andata a manifestare dopo le diverse dichiarazioni da parte di alcuni esponenti della Banca Popolare di Milano. Pier Luigi Montani lascia la Banca Popolare di Milano chiedendo anche un chiaro e cospicuo risarcimento danni, un risarcimento danni che ammonta a 2 milioni di euro.

Il risarcimento danni richiesto da Pier Luigi Montani era qualcosa che forse ci si poteva aspettare dopo le diverse vicende che hanno investito il gruppo, come La Banca Popolare di Milano sceglie David Croff.

Pier Luigi Montani ha specificato che la sua posizione nei confronti della Banca Popolare di Milano è arrivata per la mancanza di fiducia, una mancanza di fiducia che non avrebbe lasciato spazio, secondo lo stesso Montani, al lavoro legato alle possibili scelte della stessa Banca Popolare di Milano.

Una nuova questione che punta gli occhi su un gruppo italiano quotato in borsa, come Air France valuta a zero Alitalia.

Photo Credits – AFP Stringer – AFP – Getty Images  – 157448199

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>