Moody’s lancia allarme rating

di Redazione Commenta

Moody's ha confermato il rating a tripla A per alcuni paesi come Gran Bretagna, Stati Uniti Francia e Germania, aiungendo che secondo..

Moody’s ha confermato il rating a tripla A per alcuni paesi come Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia e Germania, aggiungendo che secondo le sue considerazioni si tratta di paesi che sono nella condizione di poter mantenere invariata questa valutazione, anche se da questo punto di vista ritiene sia assolutamente necessario che i rispettivi governi continuino a lavorare per perseguire l’obiettivo della riduzione del deficit pubblico.

Il monito, tuttavia, suona come una vera e propria minaccia, visto che l’agenzia ha sottolineato come, nonostante ci sia stata una conferma del rating AAA, per questi paesi si è visibilmente ridotta la distanza che c’è prima del declassamento.


Moody, in particolare, ha spiegato che se non vengono adottate delle misure idonee a ridurre il deficit pubblico è probabile che in futuro il rating a tripla A non risuterà più compatibile e risulterà qundi necessario un downgrade. Questo riguarda tutti i paesi citati ma in particolar modo gli Stati Uniti, visto che Moody’s è certa che dopo questo anno fiscale la gestibilità del debito si deteriorerà. Più solidi, invece, appaiono i conti pubblici di Germania e Francia che, nonostante hanno sofferto la crisi rischiano meno il downgrade.

Questa per gli Stati Uniti è decisamente una pessima notizia. Se è vero che quanto sostenuto da Moody’s non è affatto una novità è anche vero che gli USA restano un punto di riferimento per i mercati internazionali e il pericolo di declassamento potrebbe causare la perdita di questa posizione di leadership.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>