Previsioni prezzo petrolio 2012 tagliate da JP Morgan

di Stefania Russo Commenta

La maggior parte degli analisti ritiene che il prezzo del petrolio subirà un calo nel corso della seconda parte del 2011 e della prima parte del 2012...

La maggior parte degli analisti ritiene che il prezzo del petrolio subirà un calo nel corso della seconda parte del 2011 e della prima parte del 2012.

La causa è da ricercare soprattutto nell’avanzata dei ribelli libici, che con ogni probabilità porterà alla caduta del regime del Colonnello Muammar Gheddafi e alla ripresa della produzione di petrolio in Libia una volta che saranno cessate le ostilità.


Per tali motivi la banca statunitense JP Morgan ha deciso di rivedere al ribasso le stime sul prezzo del Brent relative al 2012 da 124 a 115 dollari al barile, mentre per quanto riguarda gli ultimi 4 mesi del 2011 prevede un prezzo al barile compreso tra 100 e 120 dollari.

[PREZZO PETROLIO POSSIBILE CALO PER CADUTA REGIME GHEDDAFI]

Oltre che all’imminente caduta del regime Gheddafi, che lascia intendere a breve un ritorno del greggio targato Tripoli sul mercato, gli analisti ritengono che ad influire sul calo del prezzo del petrolio sarà anche il rallentamento economico globale che secondo gli esperti caratterizzerà la fine dell’anno in corso e il prossimo anno e che potrebbe causare un crollo della domanda di petrolio.

Sul fronte della domanda globale di petrolio, gli analisti di JP Morgan ritengono che si verificherà una flessione di entità pari a 500.00 barili al giorno rispetto alle stime attuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>