Quotazione petrolio 2010 tra i 75 e gli 85 dollari

by Redazione 3

La quotazione dell'oro nero è dipesa molto dalla debolezza del dollaro americano oltre all'ondata di freddo..

Negli ultimi giorni abbiamo visto una importante ascesa del prezzo del petrolio attestandosi appena sopra gli 83 dollari al barile nei mercati in Asia.

La quotazione dell’oro nero è dipesa molto dalla debolezza del dollaro americano oltre all’ondata di freddo che sta colpendo la parte settentrionale del pianeta.


Giorgio Mascherone del dipartimento di investimenti della Deutsche Bank ha fatto sapere che secondo le sue analisi il prezzo medio del barile di petrolio rimarrà nell’intorno compreso tra i 75 e gli 85 dollari.


Dello stesso parere è anche Davide di Chio di Anima Sgr che dice che se la richiesta del petrolio dovesse aumentare grazie anche all’aumento dei consumi in USA, la produzione dovrebbe aumentare al fine di livellare i prezzi.

Per investire sul greggio alla Borsa Italiana può essere interessante scommettere sugli ETC tra i quali, che nel 2009 hanno avuto delle ottime prestazioni, troviamo ETFS Gasoline con una rivalutazione del 91% su base annua e ETFS Brent che ha subito un progresso del 54,9%. Non solo, ma di pari passo all’andamento del petrolio, è il prezzo del carbone.

L’ETF Russel Coal Mining è cresciuto di ben 113 punti da fine gennaio 2009 a oggi. Un andamento a dir poco interessante.

Comments (3)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>