Giudizio analisti titolo Banca Generali

 
Stefania Russo
12 dicembre 2011
0 commenti


Le previsioni di Banca Generali per l’esercizio in corso sono senza dubbio positive, soprattutto alla luce dell’utile pari a 51,2 milioni di euro registrato nel corso dei primi nove mesi dell’anno, un risultato considerato positivo soprattutto in considerazione dell’andamento poco favorevole dei mercati finanziari nel periodo considerato.

Per quanto riguarda il giudizio degli analisti sul titolo dell’istituto bancario triestino, al momento ne consigliano l’acquisto gli esperti di Centrobanca, Kepler e Equita.

BANCA GENERALI IN RIALZO PER GIUDIZIO POSITIVO EQUITA

Centrobanca, in particolare, ha alzato il rating sul titolo Banca Generali da “hold” a “buy” lo scorso 21 novembre alla luce della convinzione che la sottoperformance non riflette l’elevata qualità dei fondamentali. Dello stesso parere anche analisti di Kepler che hanno aggiunto l’elevato rendimento offerto dal titolo in termini di dividendi, nonché la solita struttura patrimoniale, mentre gli analisti di Equita citano sia la raccolta netta positiva che l’ottimo rendimento in termini di dividend yield.

BANCA GENERALI CONFERMA POLITICA DIVIDENDI 2011

Gli analisti di Intermonte, invece, hanno di recente confermato il rating “outperform” sul titolo in quanto ritengono che il gruppo sia ben posizionato all’interno del settore del risparmio gestito, così come pure hanno espresso lo stesso giudizio anche gli analisti di Mediobanca, che citano oltre alla solida struttura patrimoniale anche l’elevato dividend yield e una raccolta netta positiva nonostante la difficile situazione del mercato.

Banca Akros ha invece confermato rating “accumulate”, definendo il titolo Banca Generali attraente per via della tenuta della raccolta netta e dei rischi contenuti derivanti dal suo modello di business, mentre Deutsche Bank mantiene rating “hold” in quanto, nonostante giudica il titolo Banca Generali meno interessante rispetto ad altri dello stesso settore, ritiene che offre un elevato rendimento e risulta essere meno esposta alle turbolenze del mercato.

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento