Saras bocciata da Credit Suisse

di Francesco Di Cataldo 1

Il titolo del gruppo Moratti ha subito oggi un deprezzamento da parte di Credit Suisse che ha infatti abbassato il target price da 3,10 a 2,10..

Giornata positiva quella di Saras che sta guadagnando quasi l’1% nonostante il giudizio negativo da parte della banca svizzera Credit Suisse che in mattinata ha reso noto il proprio target price riguardo al titolo petrolifero italiano dell’azienda in grado di gestire oltre 300 mila barili di petrolio al giorno che in Europa le consegnano il titolo di leader operativo nel settore delle raffinerie.

Il titolo del gruppo Moratti ha subito oggi un deprezzamento da parte di Credit Suisse che ha infatti abbassato il target price da 3,10 a 2,10 giudicando il titolo neutrale contro al precedente giudizio che era in outperformance.



Qualche giorno fa invece, Morgan Stanley aveva promosso il titolo portandolo ad un prezzo obiettivo di 3 euro. Da Credit Suisse arriva anche la giustificazione a questo deprezzamento informando che l’abbassamento di un euro del prezzo obiettivo dipende dalla diminuzione degli utili in previsione per il 2010, secondo la banca svizzera l’azienda della famiglia Moratti dovrebbe attuare un piano per il contenimento della spesa.

E’ possibile inoltre che il dividendo per il 2009 venga tagliato mentre per il 2010 la stima del dividendo è a 0,09 e 0,12 per l’anno 2011.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>