Borse europee, tempi di volatilità

di Francesco Di Cataldo Commenta

Per le borse europee non sono tempi semplici. La crisi di alcune tra le più grandi aziende statunitensi ne stanno intaccando..

Per le borse europee non sono tempi semplici. La crisi di alcune tra le più grandi aziende statunitensi ne stanno intaccando la stabilità.

Mentre la Federal Reserve, con una mossa a sorpresa, salva l’American International Group (Aig), un gigante assicurativo statunitense, Wall Street ha fatto segnalare degli aumenti sia per il Dow Jones che per il Nasdaq.



Leggermente meno roseo la situazione nelle borse europee, dove dopo un gli indici sono in crescita ma di poco sopra lo zero percentuale.

Tra i titoli che stanno avendo una flessione maggiore, ci sono quelli finanziari ed assicurativi. In Europa, ad esempio, le francesi Bnp Paribas e Société Générale sono in discesa, la belga Fortis segue a ruota. Intanto, Fortis ha smentito le voci che si stavano diffondendo e che volevano a breve un aumento di capitale proprio per la compagnia belga.

In Italia, Unicredit e Intesa Sanpaolo, sono in calo di oltre 1 punto percentuale.

Intanto, la Federal Reserve ha deciso di mantenere inviariati i tassi sui prestiti, che resta al 2%, e il tasso interbancario, che resta al 2,25%. La preoccupazione è quella di scatenare inflazione e di danneggiare, ancora di più, l’economia mondiale. La decisione è stata presa con voto unanime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>