Prestito obbligazionario Unicredit allo studio

di Redazione 1

Secondo quanto riportato da alcuni giornali, Unicredit avrebbe allo studio un bond di tipo subordinato Lower Tier II della durata di 10 anni e di ammontare...

Secondo quanto riportato da alcuni giornali, Unicredit avrebbe allo studio un bond di tipo subordinato Lower Tier II della durata di 10 anni e di ammontare pari a 750 milioni di euro. Il rendimento dovrebbe essere pari a 245 punti base sul tasso midswap.

Secondo i rumors le banche incaricate di occuparsi dell’operazione saranno Bnp Paribas, Goldman Sachs e Unicredit, inoltre le previsioni vedono che a questo bond venga assegnato rating A1 da Moody’s e rating A- da Standard & Poor’s e Fitch.


A Piazza Affari al momento la quotazione Unicredit segna una flessione dell’1,39% a 1,778 euro. Ad incidere negativamente sull’andamento del titolo è anche la valutazione arrivata da Banca Imi, che stamane ha comunicato di aver tagliato il target price di Unicredit portandolo da 2,24 a 2 euro. La banca d’affari, in particolare, ha motivato la sua decisione argomentando sulle incertezze che derivano dal fatto che l’istituto bancario non ha ancora presentato il suo piano industriale, a cui si aggiunge il pericolo del congelamento della cessione di Pioneer.

Intanto si continua a vociferare su un possibile aumento di capitale, anche se a riguardo si tratta solo di valutazioni degli analisti in quanto dalla banca non è arrivato alcuna conferma o smentita. Oggi, infatti, il presidente Dieter Rampl non ha voluto commentare la notizia, limitandosi a sottolineare che sul mercato ci sono sempre rumors.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>