Rbs consiglia Intesa Sanpaolo

di Redazione Commenta

Royal Bank of Scotland ha avviato oggi la copertura su Intesa Sanpaolo fissando il rating "Buy" e il target sul prezzo a 3,32 euro, una..

Royal Bank of Scotland ha avviato oggi la copertura su Intesa Sanpaolo fissando il rating “Buy” e il target sul prezzo a 3,32 euro, una valutazione derivante dalla convinzione che la banca italiana rappresenta una tra le migliori opportunità di investimento in Italia, soprattutto alla luce dell’elevato potenziale di rialzo rispetto al livello attuale.

Royal Bank of Scotland, inoltre, ha evidenziato che Intesa Sanpaolo sta riuscendo ad alleviare la pressione sui suoi margini, derivante dai tassi di interesse piuttosto bassi, attraverso un’attenta gestione dei costi.


Secondo Royal Bank of Scotland, tuttavia, una delle principali potenzialità di intesa Sanpaolo riguarda l’ampia disponibilità nei prossimi tre anni di capitale in eccesso che le consentirà di adottare una politica di dividendi più generosa. Rbs, in particolare, prevede che Intesa Sanpaolo avrà nel 2011 un capitale in eccesso pari a 3,8 miliardi, una dato che le consentirà di staccare una cedola pari a 0,08 euro per azione nel 2011 e di 0,12 euro per azione nel 2012.

Nonostante questo c’è un dato preoccupante. Secondo gli esperti, infatti, i tassi di interesse continueranno a rimanere bassi ancora a lungo, per cui sarà indispensabile che la banca continui ad attuare un’attenta gestione dei costi. Rbs ha fatto sapere di aspettarsi che banca riesca a mantenere piatta la propria base di costi nel periodo 2009-2013, tuttavia al fine di migliorare i margini sui ricavi dovrebbe aumentare la propria diversificazione geografica in mercati in cui il settore bancario è decisamente meno maturo.

Al momento a Piazza Affari Intesa Sanpaolo registra un incremento dello 0,42% a 2,3925.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>