Ansaldo e Mediolanum numeri record per il 2009

di Alessandro Bombardieri Commenta

Il titolo maggiormente in forma a Piazza Affari è stato Ansaldo..

Finalmente dopo giorni, se non settimane, all’insegna di netti cali, la giornata di ieri è stata molto positiva in borsa, anche Milano infatti ha segnato ottimi guadagni, spinta così come le altre piazze europee, dall’ottima seduta di Wall Street.

Il Ftse Mib ha guadagnato il 2,13% a quota 18.217 punti mentre l’All Share +1,95% a 18.895. Londra +1,82%, Francoforte +3,19% e Parigi +2,31%. Il titolo maggiormente in forma a Piazza Affari è stato Ansaldo, spinto anche dalle voci che danno un numero di ordini per il 2009 da record, sarebbero ben 1,6 i miliardi di ordini, cioè il 23% in più rispetto all’anno passato. In borsa ha guadagnato il 5,74%.

Tra i settori che sono in netta risalita c’è anche quello dell’auto, spinto se non altro dalla riapertura delle trattative per Opel, soprattutto dall’ultima offerta di Ripplewood. Fiat ha guadagnato il 2,94%. Nel comparto industriali da segnare Prysmian a +4,89% e Finmeccanica a +1,47%.

Mediolanum ha fatto segnare +2,94% in seguito alle dichiarazioni del principale azionista Ennio Doris il quale prevede profitti record per il secondo trimestre 2009.
Anche il settore bancario ha segnato ottimi rialzi: Unicredit +3,9%, Ubi +3,27%, Popolare Milano +2,33%, Intesa San Paolo +1,04%.

Nonostante il calo continuo del prezzo del greggio, ormai sceso sotto i 60 dollari al barile, il settore oil registra una buona seduta, in particolare Tenaris +3,34%, Saipem +3,23% e Eni +1,32%.

Da segnalare anche Stm +3,71%, Bulgari +2,94% e Cir +2,58%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>