Fiat rafforza partnership con Suzuki, titolo in rialzo

di Gianni Puglisi Commenta

Fiat e Suzuki hanno annunciato di aver rafforzato la loro partnership mediante la sottoscrizione di un nuovo accordo in forza del quale la casa..

Fiat e Suzuki hanno annunciato di aver rafforzato la loro partnership mediante la sottoscrizione di un nuovo accordo in forza del quale la casa automobilistica torinese fornirà nel 2012 al gruppo nipponico un nuovo motore diesel Fiat Powertrain da 1,6 litri destinato alle attività europee di Suzuki.

In base a questo nuovo accordo, in particolare, Fiat fornirà ogni anno dai 20.000 ai 30.000 motori diesel che saranno poi montati sulla Suzuki SX4, vettura che già si avvale dello sviluppo congiunto e realizzata presso lo stabilimento di assemblaggio in Ungheria.


Si tratta di un accordo, sottolineano gli esperti, che gioverà ad entrambe le case automobilistiche. La principale novità apportata alla collaborazione tra i due gruppi automobilistici, infatti, è da ricondurre alla tipologia del motore, che risulta essere conforme alle recenti normative in materia di ambiente, e alla volontà di tagliare i costi di produzione. Da questa nuova collaborazione deriveranno dunque vantaggi per entrambi i costruttori di automobili, in quanto Suzuki mira a rendere più competitivi i propri veicoli, mentre Fiat spera di espandere la produzione puntando su una fornitura fissa.

Fiat e Suzuki, ricordiamo, collaborano già da diversi anni. Il gruppo automobilistico giapponese, infatti, dal 2006 compra motori diesel da 2,0 litri da Fiat Powertrain Technologies per la SX4 costruita in Ungheria, inoltre produce anche motori diesel da 1,3 litri sotto licenza Fiat Powertrain Technologies in India.

A Piazza Affari la quotazione Fiat segna al momento un rialzo dell’1,01% a 7,02 euro.

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>