Piazza Affari occasione d’acquisto nel 2013?

di Redazione Commenta

Il 2012 è stato finora positivo per Piazza Affari, che si appresta a chiudere l’anno con un rendimento dell’8,2%

Il 2012 è stato finora positivo per Piazza Affari, che si appresta a chiudere l’anno con un rendimento dell’8,2%. Tuttavia, il 2012 è stato vissuto sull’ottovolante, complice la grave crisi dei debiti sovrani europei che ha toccato con maggiore decisione la periferia del vecchio continente. L’Italia è stata spesso sotto l’attacco della speculazione internazionale, con lo spread ancora sopra 500 punti la scorsa estate e con il listino azionario FTSE MIB sui minimi di sempre. Solo da fine luglio scorso è arrivata la svolta, grazie alle forti dichiarazioni di Draghi a sostegno dell’euro.

A marzo scorso Piazza Affari guadagnava il 15%, ma a luglio perdeva il 25%. Titoli come Mediobanca, Generali, Telecom Italia o Banca Mps e così via hanno toccato i minimi più bassi di sempre o quasi. La ripresa avvenuta da fine luglio scorso sta consentendo, però, all’indice FTSE MIB di chiudere il 2012 con una performance di tutto rispetto.

BTP: RENDIMENTO 22012 SFIORA IL 18%

Secondo Fausto Artoni, money manager di Azimut Sgr, “nei prossimi 12 mesi la borsa italiana potrebbe crescere di un ulteriore 10%” senza, però, la volatilità evidenziata nel corso del 2012. Piazza Affari appare agli occhi di molti analisti e gestori decisamente sottovalutata. Secondo Giordao Beani, direttore investimenti di Bnp Paribas Ip, “l’eccessiva sottovalutazione del listino e le prospettive di crescita degli utili aziendali rendono possibile per il 2013 un rendimento total return di circa il 15%”.

BORSE EUROPEE +18% NEL 2013 SECONDO GOLDMAN SACHS

Secondo Credit Suisse “le azioni italiane recupereranno ulteriore terreno”. Inoltre, secondo la banca elvetica, “gli utili aziendali cresceranno del 10-11% nel biennio 2013-2014”. I gestori guardano con interesse al comparto industriale, privilegiando titoli come Prysmian e Fiat Industrial, ma anche al bistrattato comparto bancario. Credit Suisse punta con decisione su Eni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>