Previsioni settore lusso alzate da Goldman Sachs

di Stefania Russo Commenta

A Piazza Affari i titoli del settore del lusso viaggiano in territorio negativo. A registrare la flessione più marcata è Salvatore Ferragamo...

A Piazza Affari i titoli del settore del lusso viaggiano in territorio negativo. A registrare la flessione più marcata è Salvatore Ferragamo con una perdita che supera addirittura i sette punti percentuali a 9,22 euro, seguito da Tod’s (-2,12% a 63,35 euro), Luxottica (-0,47% a 19,07 euro) e Geox (-1,39% a 2,7 euro).

Nonostante il calo di oggi, tuttavia, gli analisti di Goldman Sachs hanno rivisto al rialzo le loro previsioni sull’intero comparto alla luce della solidità delle vendite registrata nel corso degli ultimi mesi soprattutto grazie al contributo del mercato asiatico.

SETTORE LUSSO IMMUNE ALLA CRISI

Gli esperti della banca d’affari statunitense, in particolare, hanno rivisto le stime Eps relative al periodo 2011-2013 in modo tale da renderle rispettivamente dell’8%, del 18% e del 27% più alte rispetto a quelle del consenso, con un prezzo obiettivo che indica un potenziale rialzo del 54% circa alla luce della convinzione che il mercato non stia attualmente scontando nella maniera adeguata la crescita degli utili registrata dalle aziende attive nel settore del lusso. Goldman Sachs prevede inoltre un tasso annuo composto di crescita delle vendite del 16,7% nel periodo compreso tra il 2011 e il 2013.

COPERTURA TITOLO SALVATORE FERRAGAMO AVVIATA DA MEDIOBANCA

In relazione ai singoli marchi, gli analisti della banca statunitense prediligono Richemont e Burberry, entrambi inseriti nella lista Conviction Buy grazie ai livelli di crescita e ai rendimenti offerti. Sono inoltre considerati asset strategici Hermes, Tod’s e Hugo Boss, in particolare gli analisti hanno alzato il target price di Tod’s portandolo da 111,9 a 112,4 euro, confermando al contempo rating “buy”, mentre le stime Eps sono state portate da 5,77 a 5,87 euro.

Caratteristiche ugualmente interessanti contraddistinguono Prada e Ferragamo, tuttavia secondo il broker questi ultimi due titoli risultano meno appetibili rispetto ai loro competitor a causa delle loro strutture familiari di holding. Nonostante questo, tuttavia, Goldman Sachs ha alzato il target price sul titolo Salvatore Ferragamo portandolo da 16 a 17 euro, confermando rating “buy”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>