Ristrutturazione debito Gruppo Kerself completata

di Redazione Commenta

L’accordo di ristrutturazione del debito è collegato al piano industriale di risanamento della società in prima istanza approvato il 16 dicembre del 2010.

Il piano di ristrutturazione del debito del Gruppo Kerself, quotato in Borsa a Piazza Affari ed attivo nel settore delle fonti rinnovabili, è arrivato in porto attraverso la sottoscrizione dello stesso da parte dell’ultimo rappresentante del ceto bancario.

A darne notizia in data odierna, lunedì 2 gennaio del 2012, è stato proprio il Gruppo Kerself nel ricordare come l’accordo di ristrutturazione del debito sia collegato al piano industriale di risanamento della società in prima istanza approvato il 16 dicembre del 2010, a valere dal 2010 al 2014, e poi aggiornato in una fase successiva a valere sul periodo dal 2011 al 2015.



KERSELF PREPARE L’AUMENTO DI CAPITALE DA 50 MILIONI

In accordo con un comunicato emesso in data odierna dal Gruppo Kerself S.p.A., l’accordo di ristrutturazione del debito col ceto bancario prevede, tra l’altro, che i creditori finanziari procedano con il mantenere, non revocandole, le linee commerciali attualmente in essere per controvalore complessivo di 58,2 milioni di euro fino alla data del 31 dicembre del 2013.

KERSELF SOSPESA PER ECCESSO DI RIALZO

Sull’accordo di ristrutturazione del debito vigono alcune condizioni sospensive; in particolare, tra le condizioni di efficacia ci sono alcuni aumenti di capitale, tra cui quelli che, con esclusione del diritto di opzione, riguardano per 20 milioni di euro la società Jangsu Zongyi Group, e per 29,1 milioni di euro la Avelar Energy Ltd.. Marco Giorgi, Amministratore Delegato del Gruppo Kerself S.p.A., nell’esprimere un plauso all’Accordo raggiunto con il ceto bancario, ha sottolineato come ora il Gruppo dovrà focalizzarsi su quelli che sono, nell’ambito della ristrutturazione, gli aspetti industriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>