Luxottica vola spinta dai risultati della trimestrale

di Alessandro Bombardieri Commenta

Nella giornata di ieri le borse europee si sono dimostrate forti...

Nella giornata di ieri le borse europee si sono dimostrate forti, facendo segnare buoni guadagni nonostante le perdite fatte registrare dalla borsa americana, dove a causa del calo della domanda di beni durevoli, a Wall Street il Dow Jones ha chiuso in ribasso dello 0,28%, il Nasdaq ha perso lo 0,39% mentre l’S&P 500 lo 0,45%.

Come detto, bene sono andate le piazze del Vecchio Continente, a Milano il Ftse Mib ha guadagnato l’1,35% mentre l’All Share l’1,19%. Cac di Parigi +1,6%, Dax di Francoforte +1,77% e Ftse di Londra +0,53%.

Come detto il motivo principale della caduta dei listini americani è dovuta alla riduzione degli ordini di beni durevoli, che secondo i dati ufficiali sono scesi del 2,5 per cento a 158,57 miliardi di dollari, molto di più dello 0,5% in meno atteso dagli analisti.

A Piazza Affari il titolo protagonista della giornata di ieri è stato Luxottica che ha guadagnato il 5,1% spinto dagli ottimi risultati della trimestrale diffusa il giorno prima. Bene i titoli bancari come Unicredit che ha messo a segno un rialzo del 3% e Banco Popolare +1,7%.

Bene anche il gruppo Stm +2,9% che nonostante la perdita di 318 milioni di euro prevede un netto miglioramento nella seconda metà del 2009. Nel settore auto bene Fiat a +1,6% che beneficia dei buoni risultati di Peugeot e Daimler.

Da segnalare anche il rialzo di Parmalat in seguito all’annuncio dell’accordo transattivo da 98,5 milioni con Bank of America. Si è registrato anche un enorme scambio di titoli di Mediolanum dopo la diffusione dei dati trimestrali, sono state ben 3 milioni le azioni del titoli passate di mano, che hanno fatto guadagnare al titolo il 4,78%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>