Sorgenia spinge il titolo Cir

di Alessandro Bombardieri Commenta

Ieri la borsa di Milano si è distinta nel Vecchio Continente...

Ieri la borsa di Milano si è distinta nel Vecchio Continente, tornando a far registrare numeri positivi dopo lo stop repentino di venerdì scorso, segnando i migliori rialzi, il Ftse Mib ha chiuso la seduta guadagnando lo 0,92% a 20.346 punti mentre l’All Share ha chiuso in rialzo dell’1% a quota 21.020.

Nelle altre piazze europee il Cac di Parigi ha chiuso a +0,17%, il Dax di Francoforte +0,42% e il Ftse di Londra +0,20%. Sono andati bene il settore oil mentre il settore bancario è stato abbastanza contrastato, vediamo nei dettagli.



Il titolo Cir (+1,93%) è stato parecchio influenzato dall’andamento della controllata Sorgenia
, che ha pubblicato i risultati del primo semestre, chiuso con un utile netto aumentato del 4,3% a 26,5 milioni di euro e i ricavi sono aumentati del 9,1%, a quota 1,24 miliardi.

Come anticipato il settore bancario ha avuto una giornata strana, Intesa San Paolo ha ceduto lo 0,8%, Monte dei Paschi di Siena ha lasciato sul campo lo 0,16% mentre hanno segnato buoni rialzi Banco Popolare +2% e Unicredit +2,51%.

Il petrolio ormai giunto a 69 dollari ha spinto ulteriormente il comparto oil, Eni ha concluso la giornata in rialzo del 2,38%, Saipem +1,62%, Tenaris +1,76%, Enel +1,25% la quale ha beneficiato anche della modifica del giudizio a buy con target price a 5,1 euro deciso da Societè Generale.

Da segnalare nelle blue chips Autogrill che ha perso lo 0,78%, Fiat -1,05% e Geox -0,95%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>