Cambio euro dollaro struttura tecnica ribassista

di Alessandro Bombardieri Commenta

Sarà molto negativo un ritorno del cambio al di sotto di quota 1,21...

Nella giornata del 1 giugno il cambio euro/dollaro è sceso fino a toccare quota 1,2112, ed in seguito ha effettuato un improvviso rimbalzo tecnico che ha portato il cross delle due monete a quota 1,235.

L’ultima quotazione del cambio è di 1,2237, ma la struttura tecnica rimane ovviamente ribassista, con i principali indicatori direzionali, il Macd e il Parabolic Sar, che sono in posizione short.

Gli indicatori più reattivi invece, come l’Rsi e lo Stocastico a 5 periodi, consolidano all’interno delle rispettive aree di ipervenduto.

Sarà quindi molto negativo un ritorno del cambio al di sotto di quota 1,21, che potrà dare il via a nuove vendite con target price fissato alla soglia psicologica di 1,20, con un secondo obiettivo in area 1,188-1,185.

Viceversa un segnale positivo al rialzo arriverà solamente con il superamento di quota 1,26, anche se è molto difficile prevedere un trend rialzista nel breve periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>