Euro/dollaro cede il supporto a 1,425

di Redazione Commenta

...rapporto euro/usd che ormai ha ceduto l'importante supporto grafico a 1,425...

Continua a perdere di valore il cross euro/dollaro, infatti anche nell’ultima settimana di contrattazioni, a sorridere è stata la moneta americana, che grazie ad alcuni dati macro molto favorevoli, e grazie al comune nervosismo sui mercati, ha saputo riprendersi e reagire, arrivando a toccare valori che non si vedevano dal passato luglio.

Già verso la fine del 2009 si intravedeva un’inversione di tendenza, confermata da questi primi giorni dell’anno, con il rapporto euro/usd che ormai ha ceduto l’importante supporto grafico a 1,425.

Addirittura il rapporto è arrivato a toccare quota 1,40 nella giornata di venerdì, il minimo dallo scorso luglio.

Anche la vittoria del repubblicano Scotto Brown in Massachusetts, ha favorito il recupero del dollaro, infatti risulta più difficile ora per il governo Obama attuare la politica sanitaria, che costerebbe agli Usa circa 1.000 miliardi di dollari per il prossimo decennio.

Ora bisognerà vedere come si muoverà il cross attorno alla zone di 1,40: solamente un superamento di quota 1,425, il supporto grafico, potrebbe permettere alla moneta unica europea un recupero, mentre sembra più probabile un nuovo calo, verso 1,385 in un primo momento e 1,375 in un secondo momento.

Anche il rapporto euro/sterlina si è indebolito, cedendo il supporto di 0,887-0,885, arrivando a 0,87. Un recupero oltre 0,887 potrà permettere all’euro un veloce recupero. Pericolosa una discesa sotto 0,854-0,84.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>