Franco svizzero bene rifugio su nuovi record

di Redazione Commenta

Prosegue inarrestabile la marcia al rialzo del franco svizzero, che ieri ha toccato nuovi massimi storici nei confronti dell’euro.

Prosegue inarrestabile la marcia al rialzo del franco svizzero, che ieri ha toccato nuovi massimi storici nei confronti dell’euro, arrivando a quota 1,2911 sulla moneta unica europea.

Ovviamente al tempo stesso la moneta elvetica si è rafforzata anche sulle altre valute, in particolar modo sul dollaro, il quale è sceso fino a 1,0187 franchi, vale a dire il minimo dal 15 gennaio scorso ad oggi.

Il franco svizzero si conferma per l’ennesima volta un bene rifugio molto prezioso e apprezzato dagli investitori, i quali proprio dall’inizio dell’anno hanno trovato nella moneta svizzera un mercato poco interessato dalle incertezze dei mercati e delle economie.

L’economia svizzera in ripresa poi non può che favorire l’allungo della moneta elvetica sulle altre valute. La borsa svizzera a metà 2010 ha fatto segnare buoni risultati e un afflusso di capitali per le banche principali attive nella gestione di patrimoni, tutti elementi che hanno contribuito a rafforzare il franco.

Alla sua introduzione l’euro valeva 1,61 franchi, ed era stato sempre pressoché stabile in questi 7-8 anni…

All’inizio del 2010 era a quota 1,50 poi la crisi greca ha innescato la miccia che ha portato la moneta unica europea sui minimi storici col franco. Da inizio 2010 ad oggi il franco ha guadagnato il 13% sull’euro.

Il pericolo per la Svizzera è però quello di un possibile freno per l’export, non a caso la Banca nazionale ha tentato di evitare l’eccessivo apprezzamento del franco, comprando grandi quantità di euro, ma il tentativo non è servito a molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>