Il mondo si muove contro la crisi

by Redazione Commenta

La giornata di ieri ha fatto segnare un'ulteriore ribasso per Wall Street, con un - 5,11% , non credendo..

La giornata di ieri ha fatto segnare un’ulteriore ribasso per Wall Street, con un – 5,11% , non credendo alle promesse del capo della Federal Reserve, Ben Bernanke, circa interventi per la ripresa dell’economia, tra cui il taglio dei tassi.

Proprio negli Stati Uniti questa grave crisi sta intaccando addirittura il sistema pensionistico, tanto che le pensioni hanno perso, nell’ultimo anno, un valore pari a quasi 2 miliardi di dollari.

Anche il presidente americano Bush si sta muovendo, dopo aver sentito i vari Berlusconi, Sarkozy e Brown, chiedendo un vertice tra i paesi industrializzati per poter mettere fine a questa grave crisi.

Intanto Londra sta preparando uno speciale piano di salvataggio per le banche inglesi, proprio per questo ieri pomeriggio si è avuto un meeting tra Gordon Brown, premier inglese, e il capo della Banca d’Inghilterra per varare dei piani “a lungo termine, per sostenere i quali la Banca d’Inghilterra ha dato grandi importi di denaro”.


Sempre a livello internazionale, anche Jean-Claude Trichet, presidente della Banca Centrale Europea, ha indicato come la soluzione possa essere in azioni coordinate a livello internazionale, sottolineando l’importanza di una stretta collaborazione tra la BCE e la Fed, per garantire una liquidità all’intero sistema bancario in caso di problemi di insolvenza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>