Europa, inflazione ai massimi da 16 anni

di Francesco Di Cataldo Commenta

Come conseguenza, l'incremento dei prezzi al consumo è ora giunto ad un livello massimo da 16 anni a questa parte..

L’inflazione europea, durante il mese di luglio, ha proseguito la sua corsa al rialzo. Come conseguenza, l’incremento dei prezzi al consumo è ora giunto ad un livello massimo da 16 anni a questa parte.

Secondo i dati forniti dall’Istituto di Statistica dell’Unione Europea, in termini di incremento relativo il tasso di inflazione riscontrato nell’area è salito dal 4% di giugno al 4,1% di luglio: un tasso che è quello più elevato dal mese di aprile 1992, e sul quale perseguono aspettative pessimistiche sul breve termine.



La Banca Centrale Europea, intanto, ha affermato di voler mantenere a tutti i costi il proprio obiettivo di riportare l’inflazione al di sotto del 2%. Gli economisti esprimono però grande incertezza sugli effetti dei continui rialzi dei tassi da parte dell’istituzione finanziaria del vecchio continente, sottolineando che l’ultima decisione di innalzare il livello al 4,25% i tassi di riferimento potrebbe avere delle conseguenze nocive sullo sviluppo dell’economia e dei consumi.

Il pericolo, sottolinea inoltre la stessa BCE, è che si possa presto innescare una pericolosa spirale prezzi – salari: per fronteggiare gli elevati costi, infatti, non è escluso che le aziende possano elevare gli stipendi, e permettere così un mantenimento delle stesse condizioni di spesa.

Roberto Rais

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>