Fiat manterrà radici in Italia

di Alessandro Bombardieri 1

Marchionne ha assicurato che intende mantenere una forte produzione all’interno del nostro paese...

Dalla riunione che si sta tenendo proprio in questo momento a Palazzo Chigi tra i rappresentati di Fiat e i rappresentati per il governo italiano, sembrano trapelare già le prime informazioni. Marchionne ha assicurato che intende mantenere una forte produzione all’interno del nostro paese, dichiarando che una società italiana importante come Fiat deve necessariamente mantenere delle radici nel paese dove nasce.

Marchionne si è anche espresso sullo stabilimento di Termini Imerese, affermando che continuerà a lavorare, anche se non per la pura produzione automobilistica. Farà produzione diverse da quella per l’auto. Proprio per questo motivo Marchionne ha sottolineato come sarà necessario rivedere il programma.

Marchionne ha anche annunciato che Fiat continua la produzione della Lancia Ypsilon fino al 2011, e ha pure aggiunto che a Pomigliano sarà mantenuta la produzione di Alfa 159 berlina fino all’anno prossimo, oltre alle Alfa 147 e GT e solo successivamente al 2010 saranno riscritti i programmi produttivi per questo impianto.

Marchionne avrebbe dichiarato anche che in Europa esiste troppa burocrazia, definendola “eccesso di regolamentazione”, ci sono troppo norme secondo l’a.d. del Lingotto, le quali portano via alle aziende circa 45 miliardi di euro all’anno.

Marchionne ha concluso definendosi soddisfatto dei risultati che pian piano si stanno ottenendo grazie agli incentivi per acquistare una nuova auto, e ha pure affermato che gli ordini aumentano di giorno in giorno, facendo ben sperare per il futuro.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>