Grazie agli incentivi crescono le immatricolazioni a Marzo

di Gianni Puglisi Commenta

I tanto attesi incentivi statali hanno fortunatamente sortito effetti positivi sul mercato automobilistico, settore economico che nei primi..

I tanto attesi incentivi statali hanno fortunatamente sortito effetti positivi sul mercato automobilistico, settore economico che nei primi mesi del 2009 aveva registrato forti perdite proprio perchè la maggior parte dei consumatori che intendevano acquistare una nuova auto attendevano gli incentivi statali annunciati dal governo.

Durante il mese di Marzo, infatti, le immatricolazioni sono state 214.218, con un aumento dello 0,24% rispetto al 2008. Ma la buona notizia non riguarda solo un incremento delle vendite ma soprattutto un aumento nell’acquisto di auto fabbricate in Italia, cresciute del 6,05% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, compensando così la flessione del 2,36% fatta segnare dalle marche straniere.


Grandi risultati per il Lingotto dove registra buoni risultati Alfa Romeo (+35,47%, da 4.440 a 6.015 immatricolazioni), seguita da Lancia (+6,64% a quota 9.346) e Fiat (+3,51% a 54.521). Tra le straniere spicca Hyundai ( +135,19%, quota all’1,87%), Ford (+33,8%, e quota di mercato che sale al 10,3%), Toyota (+20,3% e quota al 5,75%) e Peugeot (+14,29%, quota al 4,83%). Registrano perdite, invece, Renault (-32,8%), Opel (-24,99%) e Volkswagen (-8,82%).

Per quanto riguarda, invece, i singoli modelli il primo posto è detenuto dalla Grande Punto (17.376 immatricolazioni), seguita dalla Panda (15.589 immatricolazioni). Al terzo posto si colloca la Ford Fiesta (10.432), seguita dalla Cinquecento e dalla Toyota Yaris.


Un risultato più che buono se si pensa che, secondo le previsioni degli esperti, gli incentivi sortiranno a pieno i loro effetti nei mesi di Aprile e Maggio in cui, quindi, si dovrebbero registrare risultati migliori rispetto a quelli di Marzo.

Il ministro dei Trasporti, Altero Matteoli ha affermato che “l”inversione di tendenza del mercato automobilistico, in territorio negativo da ben 14 mesi, è la riprova che i provvedimenti assunti dal Governo funzionano. A questo punto ci auguriamo che funzioneranno ancor di più nei prossimi mesi“.

Il settore auto registra un andamento positivo anche nei mercati stranieri che, allo stesso modo, risentono degli incentivi disposti dai rispettivi governi. In Francia, ad esempio, i bonus concessi dallo stato hanno consentito al mercato francese di registrare una crescita dell’8,1% durante il mese di marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>