Incentivi auto legati ad un aumento della produzione Fiat

di Gianni Puglisi Commenta

Nei giorni scorsi l'amministratore delegato Fiat Sergio Marchionne ha più volte invitato il governo a rinnovare gli incentivi auto anche per..

Nei giorni scorsi l’amministratore delegato Fiat Sergio Marchionne ha più volte invitato il governo a rinnovare gli incentivi auto anche per il 2010, sottolineando quanto questi siano importanti per il mercato dell’auto e affermando che nel caso in cui il governo decidesse di non rinnovare gli incentivi alla rottamazione questo potrebbe causare una nuova crisi per l’industria automobilistica.

Sul tema degli incentivi alla rottamazione è tornato anche il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola il quale nel corso di un’intervista a Mattino 5 ha affermato che la proroga degli incentivi per il settore auto sarà legata a un aumento della produzione da parte di Fiat in Italia.


Scajola ha anche aggiunto che quello relativo agli incentivi è un ragionamento che si deve fare con l’Europa, anche se è ovvio che se gli incentivi saranno prorogati in tutti gli altri paesi europei l’Italia non potrà decidere di non rinnovarli. Il ministro ha poi affermato che questa sua impostazione è condivisa anche dallo stesso Marchionne.


Le dichiarazioni di Scajola hanno avuto effetti positivi in borsa dove il titolo Fiat è salito dello 0,53% a 9,40 euro, in più in una nota Intermonte ha confermato il rating underperform sull’azione Fiat e ha alzato il target price da 6,2 a 7,5 euro.

Oltre al tema degli incentivi auto Scajola ha parlato anche della situazione relativa al mercato del lavoro partendo dalla protesta nello stabilimento Alstom di Colleferro. A riguardo il ministro ha espresso parole rassicuranti affermando che non ci sarà un autunno caldo e che in Italia la coesione sociale ha retto grazie all’atteggiamento responsabile di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>