Società controllate da Dubai World

di Stefania Russo 3

Le difficoltà economiche e la conseguente richiesta di una moratoria sul debito da parte di Dubai World ha letteralmente creato il..

Le difficoltà economiche e la conseguente richiesta di una moratoria sul debito da parte di Dubai World ha letteralmente creato il panico, dopo la diffusione della notizia le borse hanno iniziato a crollare e il timore è quello di una nuova crisi finanziaria.

Quello che però i meno informati ed esperti si stanno chiedendo è come mai le difficoltà economiche di Dubai World sono in grado di scatenare il rischio di una nuova crisi finanziaria, la risposta è fornita da un articolo de Il Sole 24 Ore che elenca le società controllate dalla holding Dubai World, mettendo dunque in piena luce la potenza economica di questo colosso.


Le società detenute da Dubai World sono 10, tra queste spicca Dp World, società quotata al Nasdaq Dubai e che detiene il 77% delle azioni di Dubai World. E’ uno dei più grandi operatori portuali del mondo, conta 50 terminal in 32 paesi, e sebbene quest’anno ha registrato un leggero calo delle sue attività le prospettive per il futuro sono piuttosto ottimiste, soprattutto perchè la società continua ad investire, al momento in particolare sta sviluppando 12 nuovi progetti nel mondo.


E’ invece definita come la più debole tra le società del colosso arabo Nekheel, soprattutto a causa di una passività di 3,5 miliardi di dollari, una difficoltà economica che ha indotto la società a chiedere la sospensione in borsa del suo titolo. Questa società, tuttavia, è famosa soprattutto per i suoi progetti, è stata lei infatti a costruire l’isola a forma di palma chiamata Palm Jumeirah ed è lei che ha in progetto la costruzione di altre isole analoghe e di “The World“, l’arcipelago di isole che riproduce il mondo, nonchè la costruzione di un grattacielo alto un chilometro in grado di ospitare circa 20 mila persone. Per ora però la realizzazione di questi progetti è stata sospesa.

Istithmar è la società di Dubai World divenuta famosa per le sue acquisizioni nel mondo e che includono la catena americana del lusso Barneys New York, il W Hotel a Manhattan e il Cirque du Soleil. Leisurecorp è invece una società creata nel 2006 con lo scopo di sviluppare impianti sportivi e dare vita ad iniziative che coinvolgono il mondo dello sport in tutto il mondo, soprattutto per quanto riguarda il golf dal momento che possiede quote in Troon Golf, che organizza tornei sportivi di lusso, e nella Gps Technologies, che opera nel settore dele soluzioni con tenologia satellitare per il golf.

Seguono poi la Dubai Multicommodities Centre che opera nel settore dell’oro, acciaio, metalli preziosi e metalli di base; la Dubai Maritime City che è stata creata con l’intento di dar vita a progetti e iniziative nel mondo marittimo e commerciale; la Dubai Natural Resources World che si occupa di investimenti in risorse energetiche in tutto il mondo; la Economic Zones World che invece investe in zone economiche che si prestano ad attrarre aziende industriali e di servizi; Limitless impegnata nel settore immobiliare e che ha in progetto la realizzazione a Dubai di un canale di 75 chilometri circondato da abitazioni; e infine troviamo la Drydocks World, un vero e proprio colosso nel settore della logistica portuale.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>