Politica monetaria degli Stati Uniti

di Redazione Commenta

Nonappena si rafforza la crescita economica, il valore del dollaro dovrebbe regolarizzarsi di conseguenza..

Un dollaro debole è un effetto collaterale della politica monetaria degli Stati Uniti e il Dollaro americano dovrebbe riprendere il valore una volta che la ripresa economica diventerà più robusta, ha detto un funzionario della Federal Reserve nella giornata di ieri.

Nonappena si rafforza la crescita economica, il valore del dollaro dovrebbe regolarizzarsi di conseguenza” ha fatto sapere in una nota il Vice Presidente Terrence Checki della Federal Reserve durante un discorso al Economic Club di New York.



Checki, che come molti sapranno, si occupa dei mercati emergenti e degli affari internazionali presso la Fed di New York, ha detto che cali del valore del dollaro dipendono dal rallentamento economico e dalle variazioni dei tassi di interesse e delle aspettative di inflazione.

Inolte, ha affermato che la politica monetaria potrebbe contribuire a rilanciare la crescita e la creazione di posti di lavoro, ma non poteva da sola fornire risposte a qualsiasi incertezza e gli Stati Uniti dovranno ridurre gradualmente il disavanzo di bilancio per avere maggiore stabilità.

La decisione della Fed di dare una scossa al recupero con l’acquisto di 600 miliardi dollari in più a lungo termine tramite titoli del Tesoro ha generato disapprovazione sia in territorio americano sia all’estero. La critica internazionale in più occasioni ha fatto sapere che gli Stati Uniti stanno alimentando la crescita attraverso un indebolimento della propria valuta e questo potrebbe generare forte instabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>