Mercato auto Italia marzo 2013 spezza calo a due cifre

di Redazione Commenta

I dati relativi agli ordinativi rimangono comunque ancora depressi visto che, in accordo con i flussi Unrae-Anfia, il mese scorso hanno fatto registrare una flessione anno su anno pari al 16%.

Il mercato auto Italia rimane in calo, ma quantomeno nello scorso mese di marzo del 2013 la discesa non è stata in doppia cifra. Le immatricolazioni, attestatesi a quota 132.020 in accordo con quanto reso noto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, hanno infatti fatto registrare su base annua una discesa pari al 4,9%.



IVECO PUNTA ALLA CINA

Secondo l’Unrae, l’Unione delle case automobilistiche estere che operano in Italia, il mercato dell’auto il mese scorso in Italia sembra aver finalmente rallentato la caduta anche se il bilancio dei primi tre mesi del 2013, rispetto al Q1 del 2012, è tale che le immatricolazioni con 354.931 auto vendute segnano comunque una flessione anno su anno pari al 13%.

TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

I dati relativi agli ordinativi rimangono in ogni caso ancora depressi visto che, in accordo con i flussi scambiati tra l’Unrae e l’Anfia, il mese scorso hanno fatto registrare una flessione anno su anno pari al 16% ed a -18,5% andando a considerare i contratti di autovetture nei primi tre mesi del corrente anno.

TITOLI SU CUI INVESTIRE IN PERIODI DI DEBOLEZZA DELL’EURO

Secondo il Presidente dell’Unrae, Jacques Bousquet, il comparto dell’auto in Italia in questo momento non può che risentire delle incertezze per la formazione di un nuovo Governo. Questo perché per il rilancio del settore e dell’economia nel suo complesso servono interventi incisivi finalizzati a ridurre la pressione fiscale sulle imprese ed a permettere alle famiglie di recuperare potere d’acquisto dopo anni di crisi dei consumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>