Previsioni utili Fiat e Chrysler

di Redazione 1

L'amministratore delegato Fiat Sergio Marchionne durante un incontro con gli investitori a Londra ha confermato gli obiettivi della casa automobilistica..

L’amministratore delegato Fiat Sergio Marchionne durante un incontro con gli investitori a Londra ha confermato gli obiettivi della casa automobilistica torinese per il 2009, ovvero un flusso di cassa che supera il miliardo di euro e un indebitamento industriale al di sotto dei 5 miliardi.

Per quanto riguarda Chrysler, invece, si prevede un utile operativo compreso tra 1,6 e2,4 miliardi di dollari nel 2011, 3 e 3,5 miliardi nel 2012, 3,8 e 4,4 miliardi nel 2013 e 4,7 e 5,2 miliardi nel 2014. Per l’utile netto è fissato un target di 3 miliardi nel 2014 mentre l’indebitamento netto si prevede raggiungerà gli 8 miliardi alla fine del 2009, per poi ridursi di 4 miliardi nel periodo compreso tra il 2011 e il 2013.


Marchionne ha precisato che i prodotti Chrysler saranno sviluppati insieme a quelli del gruppo Fiat al fine di massimizzare i possibili vantaggi, circa il 40% dei motori montati su vetture Chrysler verrà da Fiat o avrà tecnologia Fiat mentre Chrysler sarà a sua volta il punto di riferimento di Fiat per ciò che riguarda gli ibridi e i veicoli elettrici per il gruppo Fiat e per Chrysler. Si prevede che attraverso le sinergie tra i due marchi sarà possibile risparmiare circa 3 miliardi.


Secondo le previsioni nel 2014 le vendite di Chrysler dovrebbero più che raddoppiare arrivando a 2,8 milioni di unità dai 1,3 milioni del 2009, soprattutto attraverso lo sviluppo della rete di distribuzione che consentirà alla casa automobilistica americana di crescere in tutte le aree geografiche. Marchionne ha anche parlato di una quotazione in Borsa di Chrysler che sarà decisa dal Board, in ogni caso ciò avverrà non prima del 2011.

Marchionne ha poi aggiunto che nel corso del quarto trimestre dell’anno il gruppo Fiat continuerà a ricorrere a misure di cassa integrazione se il mercato lo renderà necessario.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>