Prezzo argento peggior settimana dal 1980

di Redazione Commenta

L'argento ha chiuso ancora in ribasso...

Il prezzo dell’argento ha chiuso in ribasso per la quinta seduta consecutiva: ieri al NYMEX il future con scadenza luglio ha ceduto il 2,6% a 35,29 dollari l’oncia.

Nel corso dell’intera settimana il prezzo dell’argento ha perso addirittura il 27%; era dal 1980 che non si registrava una settimana così negativa in termini di perdite.

Non è un caso che il CME Group, che gestisce il NYMEX, abbia aumentato per 5 volte nel giro di pochi giorni il deposito iniziale richiesto come garanzia per le transazioni sui futures sull’argento.

Di conseguenza molti piccoli speculatori sono stati costretti a chiudere le loro posizioni. Questa correzione violenta è dovuta al fatto che l’argento era fortemente ipercomprato, dopo che aveva guadagnato quasi il 30% ad aprile.

Nel frattempo si è ripreso leggermente il prezzo dell’oro con il future con scadenza giugno che ha chiuso in rialzo dello 0,7% a 1.491,60 dollari l’oncia. L’oro ha anche beneficiato delle indiscrezioni secondo cui la Grecia starebbe studiando di uscire dall’euro.

Nella settimana il prezzo dell’oro ha perso il 4,2%, risultato che non si registrava da un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>