Vendite auto Italia scendono ancora in doppia cifra

di Redazione Commenta

A metterlo in evidenza è stata l’Unrae, Unione delle case automobilistiche estere che operano in Italia.

Il mercato dell’auto in Italia continua purtroppo a scendere su base tendenziale in doppia cifra. Anche i dati dello scorso mese di gennaio del 2013, infatti, sono stati pessimi ed hanno portato a ben 18 i mesi, tra il 2011 ed il 2013, in corrispondenza dei quali il mercato dell’auto ha fatto registrare un livello delle immatricolazioni in discesa con la doppia cifra.

A metterlo in evidenza è stata l’Unrae, Unione delle case automobilistiche estere che operano in Italia, nel precisare altresì come il dato sulle immatricolazioni del mese di gennaio del 2013, con appena 113.525 unità, sia inferiore di ben il 31,6% rispetto alle unità auto immatricolate nel mese di gennaio del 2011.



IVECO PUNTA ALLA CINA

Questo dimostra come la crisi del mercato dell’auto nel nostro Paese sia profonda, e come siano necessari interventi che alleggeriscano la pressione fiscale a carico delle famiglie il cui reddito disponibile per l’acquisto di beni di consumo durevoli è fortemente diminuito. Il Presidente dell’Unrae, Jacques Bousquet, ha tra l’altro sottolineato come storicamente nel mese di gennaio le unità immatricolate tendano a coincidere con il 10% del totale annuo.

TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

E chiaramente se così fosse i dati del 2013 sulle immatricolazioni sarebbero così negativi che l’Unrae non vuole neanche immaginare. Anche per questo l’Unione delle major auto estere, in una fase come quella attuale caratterizzata dalla campagna elettorale, si chiede se ci siano delle forze politiche disposte a mostrare sensibilità sul tema dell’auto in Italia che da sempre ha rappresentato un volano per la crescita della nostra economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>