JP Morgan taglia previsioni utili banche italiane

di Stefania Russo Commenta

Il taglio delle previsioni di crescita del Pil italiano e il contesto macroeconomico particolarmente difficile hanno spinto JP Morgan ha rivedere...

Il taglio delle previsioni di crescita del Pil italiano e il contesto macroeconomico particolarmente difficile hanno spinto JP Morgan a rivedere al ribasso le stime relative all’utile per azione delle banche italiane in relazione al periodo compreso tra il 2011 e il 2013.

La banca d’affari ha osservato che nel corso degli ultimi trimestri i ricavi realizzati dagli istituti di credito italiani si sono rivelati essere sempre più sotto pressione, come se non bastasse gli analisti stimano un incremento dei costi del 3% su base trimestrale e un ulteriore aumento del costo del rischio a causa della stagionalità.


La visione pessimista di JP Morgan riguarda tutte le banche italiane, per ciascuna delle quali è stato attuato un taglio delle stime dell’utile netto del 20% al di sotto delle stime del consenso per il periodo compreso tra il 2011 e il 2013, e delle stime Eps, in particolare del 13% in media rispetto alle attuali previsioni del consenso.

[DEUTSCHE BANK TAGLIA LE STIME PER IL 2012]

Il taglio delle previsioni relative all’utile netto e all’utile per azione ha portato JP Morgan ad attuare un taglio del target price di alcuni tra titoli bancari quotati a Piazza Affari. Il titolo Bpm, in particolare, è stato portato da 1,40 a 1,25 euro, quello di Banco Popolare da 1,35 a 1,15 euro e quello di Ubi Banca da 4,1 a 3,3 euro. Per tutte e tre è stato però confermato il rating “underweight”.

La reazione dei titoli bancari è stata diversa. In tarda mattinata, infatti, viaggiano in territorio negativo Ubi Banca (-0,77) e Banco Popolare (-0,35%), mentre al contrario registrano un guadagno Intesa Sanpaolo (+1,46%), Bpm (+0,13%), Mps (1,03%) e Unicredit (+1,88%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>