Borse in rosso, male Citigroup ed Enel per via dell’aumento di capitale

di Redazione Commenta

banca più grossa del mondo ha perso oltre il 42% del proprio valore azionario che ha causato appunto ribassi agli indici..

Wall Street ha registrato una nuova pesante discesa durante questa settimana che ha trainato gran parte degli indici delle borse europee. Tra le cause di questa perdita (-1,66% il dowjones, -0,98 il Nasdaq) è stato il progetto annunciato da Obama che prevede di aiutare per la terza volta il colosso statunitense CitiGroup con il quale il governo è riuscito a siglare un accordo. Nonostante ciò, il titolo della banca più grossa del mondo ha perso oltre il 42% del proprio valore azionario che ha causato appunto ribassi agli indici di Wall Street.

Obama durante questa settimana ha promesso anche sostegni al settore auto e nuovi sistemi di tassazione per i ricchi americani che andranno a sostenere le spese mediche per i meno abbienti.



Le borse europee hanno chiuso di conseguenza tutte in rosso tra cui si è registrata la perdita peggiore per Francoforte chiudendo con un -2.55%. Tra le novità e le indiscrezioni non ancora ufficializzate troviamo Enel che avrebbe in programma un aumento di capitale tra 5 e 7 miliardi di euro e questa notizia ha fatto registrare pesanti cadute al titolo di oltre 7 punti percentuali.

Nonostante le dichiarazioni del Ministro Scajola a smentire le voci, la notizia che ha portato alla chiusura in negativo del titolo è il fatto che tale aumento di capitale ricada per la sua totalità sulla società appartenente al Ministero del Tesoro Sace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>