Quotazione Enel promossa da BofA Merrill Lynch

di Gianni Puglisi Commenta

Bank of America Merrill Lynch ha comunicato di aver leggermente alzato il target price su Enel portandolo da 5 a 5,25 euro, confermando al contempo rating "buy" sul titolo...

Bank of America Merrill Lynch ha comunicato di aver leggermente alzato il target price su Enel portandolo da 5 a 5,25 euro, confermando al contempo rating “buy” sul titolo.

La valutazione positiva arrivata dalla banca d’affari statunitense, tuttavia, non è servita a risollevare l’andamento della quotazione a Piazza Affari, che continua a risentire dello stacco dei dividendi del 20 giugno 2011, tra cui figura appunto anche il saldo del dividendo che il colosso energetico ha distribuito ai suoi azionisti in relazione all’anno 2010.


Bank of America Merrill Lynch ha spiegato di aver deciso di esprimere una valutazione positiva sulla quotazione del colosso energetico alla luce dell’ampio ventaglio di opportunità strategiche che l’azienda ha più volte dimostrato di avere.

Tra queste, secondo il broker, la più probabile e anche la migliore è quella che vede una ristrutturazione delle sussidiarie in America Latina. In questo caso, infatti, secondo la banca USA, un riacquisto delle minorities con un premio del 30% comporterebbe per Enel un esborso di 8,3 miliardi di euro, tuttavia apporterebbe il 10% al valore dell’utile per azione del gruppo.

Oggi l’andamento della quotazione, come dicevamo, sconta lo stacco del dividendo e al momento cede l’1,52% a quota 4,288 euro, tuttavia, a parte la flessione di oggi, gli analisti di Bank of America Merrill Lynch ritengono che la valutazione attuale del titolo Enel ingloba un forte sconto, soprattutto alla luce di quello che secondo le previsioni sarà il dividendo che gli azionisti riceveranno in relazione all’anno in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>