Euro dollaro prossima resistenza a 1,4371

di Alessandro Bombardieri 1

L'euro nelle ultime settimane in particolare ha subito una notevole rivalutazione...

L’euro nelle ultime settimane in particolare ha subito una notevole rivalutazione, soprattutto nei confronti del dollaro americano, e secondo Ewald Nowotny, presidente della banca centrale austriaca e membro del consiglio direttivo della Bce, questo non è un grande aiuto per la ripresa dell’Eurozona.

La pensa diversamente invece il capo economista del Fondo monetario internazionale, Olivier Blanchard, il quale crede che questo movimento della moneta unica non sia preoccupante.

Il dollaro nei confronti dell’euro ha ancora perso terreno nei giorni scorsi, soprattutto dopo la pubblicazione del dato sul mercato del lavoro Usa, peggiore delle previsioni, arrivando a quota 1,3982.

Secondo quanto pensano gli esperti, il secondo semestre del 2010 potrebbe essere diverso dal primo, caratterizzato da un movimento di forte rafforzamento del dollaro americano rispetto all’euro.

Molti fattori infatti portano il dollaro a perdere valore, come l’attenuarsi dei timori sui paesi periferici ed il rallentamento dell’economia Usa.

I livelli da tenere d’occhio saranno 1,4371 per la resistenza del cambio euro/dollaro, ed 1,3748-13512 per il supporto. Per quanto riguarda il cambio euro/yen, la resistenza si posiziona a 118,07 mentre il supporto a 113,24.

Proprio nei giorni scorso la Bank of Japan ha avviato un programma di acquisto di asset per 5 trilioni di yen, con l’obiettivo di reflazionare l’economia e indebolire lo yen, che nei mesi scorsi si è rafforzato troppo, soprattutto contro il dollaro americano.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>