Borse europee in rialzo precario

di Stefania Russo Commenta

Durante gli ultimi giorni le borse hanno registrato una costante ripresa che però, secondo alcune voci auterevoli..

Durante gli ultimi giorni le borse hanno registrato una costante ripresa che però, secondo alcune voci auterevoli, non deve assolutamente trarre in inganno. Gli esperti non escludono affatto che durante il nuovo anno per gli azionisti ci possano essere fasi di recupero, soprattutto durante i primi mesi del 2009, ma non bisogna affatto illudersi, anzi, al contrario, gli esperti sostengono che in caso di rialzi inaspettati sarà consigliabile addirittura vendere. Già durantela giornata di ieri, infatti, la ripresa degli ultimi giorni ha iniziato a tentennare.


Già la prossima settimana, durante la quale verranno pubblicati i bilanci relativi all’ultimo trimestre del 2008, potranno verificarsi forti cali che contrasteranno il recupero accantonato negli ultimi giorni dalle principali borse europeee.

Tra gli esperti del settore, tuttavia, non mancano ottimisti tra cui anche nomi autorevoli come Steve Leuthold, Laszlo Birinyi, Ned Davis e Warren Buffett i quali, pur non negando che la crisi sia ancora in corso, sostengono che, anche nella peggiore delle ipotesi, durante il nuovo anno difficilmente si verificheranno eventi ulteriormente distruttivi per le borse, come quelli verificatisi negli ultimi mesi del 2008.


Il pessimismo, tuttavia, prevale nettamente. La meggior parte degli economisti, infatti, sostiene che la ripresa degli ultimi giorni non è assolutamente sufficiente a decretare la fine del culmine della crisi poichè, sostengono, questa calma apparente durerà molto poco.

Alcuni sostengono che la reazione positiva delle borse ai dati negativi pubblicati negli ultimi giorni sia un ottimo segnale ma tale circostanza è puntuualmente smentita da chi sostiene, invece, che la macata reazione delle borse ai dati negativi sia semplicemente dovuta al fatto che tali dati erano stati più che preannunciati. Le brutte sorprese, quindi, sono attese a partire dal secondo trimestre del 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>