Oro record oltre 1.400 dollari l’oncia

di Alessandro Bombardieri 1

L'oro ha superato quota 1.400 dollari l'oncia, stabilendo l'ennesimo record.

Non è bastato un timido recupero da parte del dollaro sull’euro per fermare la corsa dei prezzi delle materie prime.

Molte di esse hanno continuato a salire anche nella giornata di ieri, su tutte si è fatto notare ovviamente l’oro, che ha superato quota 1.400 dollari l’oncia, stabilendo l’ennesimo record.

Tuttavia gli analisti non credono che questo nuovo rally dell’oro sia riconducibile alle dichiarazioni del presidente della Banca Mondiale, Robert Zoellick, che ha auspicato il ritorno di una sorta di gold standard.

Comunque hanno toccato nuovi record su base pluriennale anche l’argento, arrivato a quota 27 dollari l’oncia, ed il palladio, che ha superato i 710 dollari l’oncia.

Il petrolio Wti dal canto suo ha chiuso la seduta segnando i massimi da due anni a questa parte, a quota 87,06 dollari al barile.

Al contrario i metalli non ferrosi hanno chiuso in calo al London Metal Exchange, mentre le materie prime agricole, come il caffè, il cotone e lo zucchero, hanno fatto segnare forti acquisti.

Anche cacao (+2%), frumento e riso grezzo sono aumentati nella giornata di ieri.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>