Prezzo petrolio e oro crollano

di Alessandro Bombardieri Commenta

Petrolio e oro seguono il martedì nero delle Borse...

In seguito al martedì nero delle Borse, arrivato dopo le dichiarazioni choc della Grecia, che vuole fare un referendum popolare sulle misure di austerità su cui lo stesso Paese si è impegnato in cambio di aiuti di Ue ed Fmi, sono crollati anche i prezzi di petrolio e oro.

Fitch, la famosa agenzia di rating, sostiene che questa decisione potrebbe portare anche alla bancarotta della Grecia ed una conseguente uscita dall’euro. Ieri pomeriggio sul Nymex, cioè il mercato delle materie prime di New York, il barile di greggio West Texas Intermediate è crollato sotto quota 90 dollari.


Il Brent a Londra ha ceduto oltre 3 dollari per barile, arrivando a 106 dollari. Secondo Abdullah El-Badri, segretario generale dell’Opec, i prezzi attuali del petrolio sono comunque soddisfacenti vista la situazione economica globale. Addirittura l’Iran ha chiesto di tenere il tetto attuale della produzione, giudicando positivo il prezzo.

Anche l’Ad della Kuwait Petroleum Corp sostiene che il prezzo attuale del petrolio sia adeguato, vista la speciale situazione dell’economia mondiale. Faruq al-Zanki ha dichiarato che c’è equilibrio tra domanda e offerta.

OBBLIGAZIONI ENI 2011

A Piazza Affari comunque Eni ha ceduto il 4,50%, Saipem il 7,69% e Tenaris il 6,15%. E’ crollato anche il prezzo dell’oro, che fino a poche settimane fa tendeva al rialzo quando calavano le Borse. Sul mercato di Chicago l’oncia ha perso oltre 40 dollari, scendendo sotto quota 1.700 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>